atto di consenso

Il sottoscritto ___________________________ nato a _________________ il _______________ residente in _____________________ alla Via _________________________, codice fiscale___________________________, proprietario dell’unità immobiliare ubicata nel Condominio ________________________ sito in _______________________ alla Via _________________ catastalmente identificata al foglio ________________ del Comune di _______________ particella ________________ sub ___________

preso atto della deliberazione dell’assemblea del Condominio _____________________ in data ________________ nella quale é stata espressa la volontà di procedere all’affidamento di uno studio di fattibilità relativo alla possibilità di realizzare lavori di efficientamento energetico dello stabile condominiale e delle singole unità abitative, utilizzando il credito di imposta riconosciuto dall’art. 119 d.l. 34/2020 per il pagamento integrale dei lavori

dichiara

di consentire al soggetto individuato dal Condominio, previo appuntamento che sarà concordato dall’Amministratore dello stabile e da questi comunicato ai Condòmini anche mediante affissione nella bacheca condominiale, l’esecuzione dei sopralluoghi presso l’unità immobiliare sopra descritta al fine di procedere alla progettazione preliminare dell’ebentuale intervento di efficientamento energetico;

di impegnarsi a consegnare al soggetto individuato dal Condominio la documentazione obbligatoria per l’elaborazione dello studio di fattibilità e del futuro eventuale Progetto e precisamente: Certificati Catastali, Agibilità, Collaudo ed Ultimo Titolo Edilizio nonché a rilasciare al soggetto incaricato dal Condominio le deleghe necessarie per reperire presso gli Uffici preposti detta documentazione;

di autorizzare l’Amministratore alla sottoscrizione della scrittura privata con la quale viene conferito l’incarico di progettazione preliminare e di impegnarsi a rispettare le clausole nella stessa previste relative a: consenso a lavori non invasivi nelle proprietà individuali e sostituzione delle finestre laddove necessario; cessione del credito fiscale quale corrispettivo dei lavori;

-di essere consapevole che laddove i Condòmini, nel caso in cui ricorrano i presupposti abilitanti l’esecuzione dei lavori che danno diritto alla detrazione del 110% (superbonus) senza alcuna ulteriore spesa a loro carico, rifiutino l’affidamento dei lavori, dovrà essere pagato il costo della progettazione preliminare al soggetto che l’ha eseguita.

Letto, confermato e sottoscritto oggi _________________

Lascia un commento